Corso serale

Il corso serale, che è attivato presso la sede centrale di via Lavagna, possiede il corso per operatori elettrici e il corso post-qualifica per tecnico delle industrie elettriche.
Storicamente i corsi serali nascono dall’esigenza di offrire nuove opportunità di reinserimento nel mondo della scuola. Molti lavoratori giovani e meno giovani, magari anche con esperienze scolastiche pregresse non soddisfacenti, hanno necessità di acquisire delle conoscenze nuove e aggiornate che sono richieste dai processi produttivi odierni per migliorare o anche solo mantenere la loro situazione occupazionale.
L’età media degli studenti dei corsi serali è sui 25/30 anni, però ultimamente non sono stati rari i casi di minorenni rientrati nel circuito scolastico con nuove motivazioni a seguito di esperienze che li hanno resi più consapevoli della realtà del mondo del lavoro.
Il ceto sociale di provenienza è quanto mai variegato, anche se quasi tutti sono impiegati con la qualifica di operaio.
Il rientro a scuola non è finalizzato esclusivamente al conseguimento di un titolo di studio di livello più elevato, quanto piuttosto all’acquisizione di conoscenze aggiornate che consentano la capacità di adeguarsi ad una realtà operativa in continua evoluzione.

La differenza di età e le differenti esperienze pregresse di studio e di lavoro dei vari allievi inseriti nelle classi richiedono un itinerario formativo personalizzato che, partendo da ciascuna situazione individuale, conduca all’effettivo raggiungimento degli obiettivi didattici proposti.
Il primo di questi obiettivi è quello di far acquisire agli studenti i fondamenti scientifici e tecnologici del settore elettrico, puntando alla conoscenza delle principali applicazioni, comprese quelle più avanzate. Ulteriore e non meno importante obiettivo da raggiungere è quello di potenziare ed ampliare la formazione culturale di base.

 

A partire dall’anno scolastico 2000-2001, il Collegio dei docenti ha deliberato un progetto di riduzione del quadro orario da 36 a 30 ore settimanali per le classi prima, seconda e terza, onde venire incontro alle esigenze degli studenti che, come è noto, sono anche dei lavoratori.

A tal fine alcune discipline, in prevalenza dell’area comune, hanno subito la decurtazione di un’ora settimanale, con conseguente adeguamento dei programmi relativi, senza però venir meno alla trasmissione di quei saperi ritenuti irrinunciabili.
Per ciò che attiene all’insegnamento della religione cattolica, con delibera del Collegio Docenti del 28-10-2005, si stabilisce che il monte ore sarà portato a 31 ore settimanali per gli studenti che si avvarranno della religione cattolica, con conseguente inserimento di detta disciplina in orario curricolare.

quadro orario (MATERIE E ORE SETTIMANALI)

AREA COMUNE Classi I Classi II Classi III Classi IV Classi V
Religione 1 1 1 1 1
Italiano 4 4 2 4 4
Storia 2 2 2 2 2
Diritto ed Economia 1 1
Matematica ed Informatica 4 4 3 3 3
Lingua Straniera 3 3 2 3 3
Scienza della Terra e Biologia 2 2
Educazione Fisica 1 1 1 2 2
Totale 18 18 11 15 15
AREA DI INDIRIZZO
Fisica e Laboratorio 3 (2) 3 (2) 2
Tecnica Professionale 6 (5) 6 (5)
Elettrotecnica 8 (5)
Controlli automatici 4 (3)
Esercitazioni Pratiche 4 4 6
Sistemi Automaz. e Organizz. della Produz. 6 (3) 6 (2)
Elettrotecnica, Elettronica e Applicazioni 9 (3) 9 (4)
TOTALE 31 31 31 30 30

Tra parentesi sono indicate le ore di laboratorio che prevedono la presenza di due insegnanti.

Per ulteriori informazioni visita la pagina del corso serale presso la sede.