Operatore Elettronico

Vecchio ordinamento

L’operatore elettronico deve conoscere i dispositivi elettronici di regolazione e controllo analogici, digitali e programmabili. Deve essere in grado di installare e intervenire nella manutenzione e nella riparazione di apparecchiature elettroniche e di impianti medio-piccoli.

Deve saper leggere e interpretare schemi elettrici-elettronici e, inoltre, deve essere capace di usare strumentazioni elettroniche di misura per condurre misurazioni anche con procedure automatizzate.

SBOCCHI SCOLASTICI E PROFESSIONALI

Il diploma di qualifica, alla fine del terzo anno, dà diritto alla iscrizione al biennio superiore per il conseguimento del diploma di “Tecnico delle Industrie Elettroniche”  che dà anche accesso a tutte le facoltà universitarie.
Consente, inoltre, l’immediato ingresso nel mondo del lavoro in aziende industriali e artigianali del settore e anche la possibilità di esercitare attività autonome.

quadro orario (MATERIE E ORE SETTIMANALI)

AREA COMUNE Classi I Classi II Classi III
Religione 1 1 1
Italiano 5 5 3
Storia 2 2 2
Diritto ed Economia 2 2
Matematica ed Informatica 4 4 3
Lingua Straniera 3 3 2
Scienza della Terra e Biologia 3 3
Educazione Fisica 2 2 2
Totale 22 22 13
AREA DI INDIRIZZO
Fisica e Laboratorio 3 (2) 3 (2) 3
Tecnica Professionale 7 (5) 7 (5)
Controlli elettronici e sistemi programmabili 9 (5)
Elettronica 5 (3)
Esercitazioni Pratiche 4 4 6
TOTALE 36 36 36

Tra parentesi sono indicate le ore di laboratorio che prevedono la presenza di due insegnanti.

N. B. Alla fine del 2° anno le classi si canalizzano nell’indirizzo elettrico ed elettronico. Al fine di garantire una scelta consapevole dell’indirizzo di qualifica i programmi di tecnica professionale ed esercitazioni pratiche del biennio saranno comuni ed avranno contenuti sia di tipo elettrico che elettronico.